Go top

Vacanze a tema

Artigianato in Val di Fassa

Oggi in Val di Fassa sono ancora molte le botteghe dove gli artigiani creano i loro pezzi unici, interamente eseguiti a mano.

Maschere, giocattoli, arredi, sculture, statue di ogni tipo caratterizzano la produzione artigianale della valle. E’ un’arte che si tramanda di generazione in generazione e che è nata più per necessità che per passione.

Infatti una volta, durante i lunghi inverni, i lavori nei campi venivano sospesi e i contadini si dedicavano ai piccoli lavori artigianali. Già con il XVI secolo nascono le prime botteghe artigiane specializzate. Spesso però questi artigiani, per integrare le entrate, sono costretti a spostarsi fuori dalla valle.

Nell’Ottocento le condizioni di vita degli abitanti della Val di Fassa peggiorarono ulteriormente per via delle guerre, delle tasse elevate, delle malattie e dei raccolti scarsi. Così molti artigiani emigrarono. Soprattutto i “pitores”, i pittori che ambulanti attraversavano le vallate dolomitiche superando i passi alpini in direzione nord. Questi operarono sia nel Vorarlberg, nel Tirolo, nel Salisburghese e nella Baviera meridionale, così come in Stiria e in Carinzia. Si possono riscontrare loro tracce anche in Svizzera e addirittura in Ungheria. Cartoline postali, non di rado dipinte a mano, testimoniano le mete da loro raggiunte, i contatti e le loro esperienze.

Ma questo oramai è passato… Oggi, ogni centro conserva le proprie botteghe sia di pittura che di lavorazione del legno, dove abili artigiani creano, servendosi degli strumenti tradizionali e seguendo metodi antichi, i loro pezzi unici interamente eseguiti a mano. Alcuni trasfigurano temi tradizionali in chiave moderna, altri si cimentano in tecniche innovative, pur restando sempre fedeli al concetto di artigianato. I manufatti realizzati sono del più vario genere e bisogna prendersi il tempo per scoprirli.

In Val di Fassa, la sua grande tradizione artigianale viene tramandata e valorizzata ancora oggi, grazie alla Scuola d'Arte di Pozza di Fassa, dove si formano gli scultori e gli artisti locali. Particolarmente interessante è la produzione delle maschere lignee ("faceres" in lingua ladina) tipiche della tradizione carnevalesca, senza dimenticare comunque la notevolissima produzione di sculture artistiche e dei prodotti di artigianato che ancora oggi rappresentano una delle note caratteristiche della Val di Fassa.

Newsletter
Dati obbligatori L'indirizzo e-mail indicato non è corretto.
E\' necessario confermare di aver letto le condizioni sulla privacy.
Informativa sulla privacy
Informativa ex art. 10 e 13 Legge 675/96: Ai sensi e per gli effetti dell`art. 10 della Legge 31 dicembre 1996 n° 675, moena.it informa che i dati personali da Voi trasmessi verranno trattati sia su supporti magnetici che cartacei al fine di soddisfare le Vostre esigenze. Titolare del trattamento suindicato è Pixelia s.a.s. di Walter Facchini & C. con sede a - Moena (TN). Cliccando sul tasto Invia, acconsentite al trattamento. Il Vostro consenso è facoltativo ma, in caso di diniego, i Vostri dati non potranno esserci inviati. Avete il diritto di opporvi in tutto o in parte al trattamento, esercitando i diritti di cui all`art. 13 L. 675/96. moena.it garantisce che le informazioni qui contenute rimarranno strettamente confidenziali.

Programma Winter Outdoor

Scufons del Cogo

Meteo & Impianti

impianti
meteo
webcam
Newsletter
Facebook Moena Alpine PearlFlickr Moena Alpine PearlTwitter Moena Alpine PearlYouTube Moena Alpine Pearl
© 2004-2014 PIXELIA - Moena (TN) - P.IVA 02190320222 | Contatti | Pannello di controllo | Note legali
Dolomiti Patrimonio Val di Fassa Alpine Pearls Dolomiti Superski